IVREAOTTICA

Decimi o Diottrie ?

Capire l'Acuità Visiva

Cosa significa una visione di 10/10?

Nel test ideale della vista viene posto un cartellone (ottotipo) ad una distanza certa: il rapporto tra l'altezza delle lettere che vengono proiettate e la distanza alla quale vengono lette, determina i decimi che la persona possiede. Questo è il cosiddetto "visus" o "acuità visiva".

La linea dei 10/10 definisce la più piccola linea che una persona con vista normale riesce a leggere.

Dodici Decimi e Oltre

È pertanto possibile vedere anche meglio della media della popolazione, raggiungendo un visus di 12/10 ed, in casi eccezionali, anche di 15/10. Ciò significa che un paziente è in grado di vedere alla distanza di 12 metri (12/10) o di 15 metri (15/10) ciò che una persona normale vede solamente a 10 metri.

Cinque Decimi

Viceversa, è anche possibile che le caratteristiche dell'occhio consentano una vista inferiore a quella della popolazione media. Nel caso di una acuità visiva di 5/10 sarà necessario arrivare a 5 metri di distanza dal tabellone per leggere la linea dei 10/10.

Normalmente, gli occhi dei giovani possono raggiungere una vista superiore ai 10/10 se opportunamente corretti. Tuttavia, non in tutte le persone la migliore correzione ottica (che si esprime in diottrie) riesce a fornire una visione di 10/10. Consideriamo che l'occhio è un organo complesso, composto da molte parti che concorrono a determinare e condizionare la qualità visiva del soggetto, il cosiddetto "visus".

Cosa Sono le Diottrie?

Decimi e diottrie non sono la stessa cosa. Sono unità di misura diverse (e slegate) che si riferiscono a cose diverse. I decimi, come abbiamo visto, misurano l'acuità visiva mentre le diottrie misurano il potere delle lenti necessarie a raggiungere un determinato visus.

Non esiste una relazione matematica tra decimi e diottrie. Solitamente si è portati a pensare che se una persona normale vede 10/10, ed un'altra porta un paio di occhiali da 3 diottrie, quest'ultima non vede, ad occhio nudo 7/10 !! ( 10/10 - 3 diottrie= 7/10) Riuscireste da 2 litri di acqua sottrarre 1kg di patate?  Bene, quì è lo stesso.

Per esempio, un miope lieve avrà necessità di una correzione di -2 diottrie per vedere i 10/10 mentre un miope medio avrà necessità di -5 diottrie per vedere gli stessi 10/10.

Un ipermetrope medio avrà necessità di +3 diottrie per vedere i 10/10, mentre un miope grave di -18 diottrie, seppur perfettamente corretto, difficilmente raggiungerà i 10/10 per la sua intrinseca debolezza ottica complessiva.


La vista è un bene prezioso

Vedere male vuol dire apprezzare la vita a metà.


Ivreaottica sas di F.Messina & C.      Via Torino, 120      Ivrea (TO)      tel.0125-644643      ivreaottica@ivreaottica.it